Anti-stress

L’inps è il Male. Rovina le giornate, i mesi, l’esistenza!
Da mercoledì mi fa correre a destra e sinistra tra un ufficio e l’altro, il tutto sempre durante l’ora d’aria (stile carcere) dalle 8 alle 10. Sì perchè i suoi uffici sono aperti solo la mattina e danno udienza dalle 8:45 e se becchi il momento di calca, ciao tanti saluti si torna domani. Maledetta inps, sempre tu sia maledetta!
Ieri come ho già ampliamente raccontato ero furibonda.
Neppure l’aver abbandonato l’acido impiegato  ancora parlante nel suo monologo di insulse spiegazioni sbattendo la porta dietro le spalle, mi aveva dato un minimo di soddisfazione.
Il pomeriggio  sola, da passare in trepidante attesa di un eventuale, ipotetica, possibile visita fiscale si presentava lunghissimo. Avevo l’impellente bisogno di fare qualcosa, distrarmi, sedarmi in qualche modo e trovare un briciolo di soddisfazione.
Allora l’ho rifatto, perchè per me non c’è antistress migliore al mondo. Ho impastato.

Per la ricetta…

Continua a leggere

Annunci

attentati ipercalorici

Quando Lui torna a casa dal supermercato e dalla busta della spesa tira fuori soddisfatto dei cubetti di lievito di birra, giunge l’ora di mettere le mani in pasta!

Oggi quindi s’impasta per preparare una delle sue torte preferite.
Il dolce in questione non è eccessivamente difficile  da realizzare anche se non rientra nella categoria “mischio tutti gli ingredienti e inforno”. Solo, per me il grado di difficoltà aumenta perchè questa è una ricetta attinta dal ricettario di Suocera 😀

Torta di rose

Ingredienti:
20 gr. di zucchero
scorza di limone
150 gr. di latte
1 cubetto di lievito di birra (25 gr)
30 gr. di olio di oliva
3 tuorli d’uovo
350 grammi di farina
1 pizzico di sale,
per la farcitura:
100 gr. di burro
100 gr. di zucchero

Procedimento:
Montare tuorli e zucchero con lo sbattitore. Unire la scorza di limone, il latte tiepido in cui è stato sciolto precedentemente il lievito, l’olio e mescolare il tutto. Aggiungere la farina e il sale ed impastare fino ad ottenere un impasto liscio.
Stendere la pasta in modo da ottenere una sfoglia piuttosto sottile, formando un rettangolo. Preparare la farcitura lavorando il burro e lo zucchero con lo sbattitore,  poi stendere il tutto in modo uniforme sulla pasta. Arrotolare la sfoglia su se stessa, formando un cilindro. Tagliare dei tronchetti alti 4 cm e chiuderli nella parte inferiore, sistemandoli poi in una teglia distanziati l’uno dall’altro.
Coprire la teglia e lasciar lievitare per un’ora.
Una volta lievitata la torta va infornata a 180° per 30 minuti.